Home Viabilità Maltempo: consigli Polstrada per viaggiare sicuri

Maltempo: consigli Polstrada per viaggiare sicuri

Ghiaccio, pioggia e nebbia mettono a rischio gli spostamenti sulle strade e dalla polizia stradale
arrivano i consigli utili per una guida sicura. Primo fra tutti, ovviamente, la prudenza, ma anche una serie di accorgimenti prima della partenza: imparare, ad esempio, a mettere le catene,
per non trovarsi poi impreparati sotto la neve.


Andare piano in caso di neve e ghiaccio:
E’ la prima regola, ed il consiglio è di usare le marce basse per evitare il più possibile le frenate. La scarsa aderenza alla strada, spiega la Polizia, allunga lo spazio di frenata e va dunque aumentata la distanza di sicurezza. Prima di mettersi in viaggio, invece, attrezzarsi con catene a montaggio rapido (da provare prima di partire) o pneumatici da neve ben scolpiti. E ricordarsi di mettere liquido antigelo nell’acqua del radiatore e del
tergicristallo.

Attenzione ai banchi di nebbia:
Anche in questo caso la prima regola è rallentare e la Polizia ricorda che il limite massimo di velocità in autostrada è di 50 km orari se la visibilità
è inferiore a 100 metri. Aumentate poi la distanza di sicurezza perchè la scarsa visibilità ritarda la percezione del pericolo e, in caso di banchi di nebbia, rallentate per evitare le brusche frenate ed i conseguenti tamponamenti. Per rendere poi
la macchina più visibile, oltre ai fari, accendere i proiettori fendinebbia e le luci posteriori (retronebbia). In caso di improvvisi rallentamenti, incolonnamenti o soste d’emergenza, il
consiglio è di accendere le cosiddette ”quattro frecce”.

Prudenza quando piove:
Bisogna procedere a velocità moderata evitando le brusche accelerazioni, decelerazioni e le improvvise
sterzate perchè l’asfalto bagnato aumenta gli spazi di frenata. Occorre prudenza nei sorpassi, soprattutto dei mezzi pesanti, poichè la quantità di acqua sollevata dal veicolo che precede provoca l’improvvisa diminuzione della visibilità. Una condotta di guida prudente evita anche il rischio dello sbandamento e del galleggiamento del veicolo sull’acqua stagnante presente sull’asfalto. Infine, si ricorda di controllare ed eventualmente sostituire le spazzole del tergicristallo.