Home Ambiente Marano S.P.: a Festà tra animali selvatici

Marano S.P.: a Festà tra animali selvatici

Una giornata sulle colline
dell’Appennino modenese ad osservare cervi, daini, caprioli, mufloni, cinghiali, con la possibilita’ di avvistare anche rapaci: e’ quanto offre il Parco faunistico di Festa’, in Comune di Marano sul Panaro. Il Parco ospita oltre cento esemplari di animali selvatici presenti in Appennino (tra cui decine di coppie di mufloni con prole), che si muovono in un’area di cento ettari.


La fauna puo’ essere osservata e studiata da vicino salendo e scendendo per i sentieri (il dislivello passa da 250 a 600 metri), in un’area naturalizzata di boschi e pascoli. Si possono incontrare lepri, volpi, fagiani, pernici rosse, e poi gheppio, falco pellegrino, picchio verde e gazza. Il paesaggio naturale e’ dominato da ampi spazi aperti, pascoli e pendii con boschi di Roverella e Orniello mentre tra i fiori, accanto al prugnolo e alla ginestra, crescono la peonia e l’orchidea selvatica.


Il Parco faunistico, una delle poche strutture private del genere in Italia, da quest’anno ha il Centro visita e l’ingresso nell’antico borgo di Festa’, che consente cosi’ la visita da un punto panoramico. La struttura, che partecipa al circuito di Fattorie aperte e didattiche promosso dalla provincia di Modena, organizza visite ed escursioni guidate per comitive.

Il Parco e’ aperto tutti i giorni festivi (9-19), ma e’ accessibile sempre per i gruppi con prenotazione.


Info: Coop Festa’ Natura 059/703015 – Email