Home Bologna Omicidio Università Bologna: forse passionale il movente

Omicidio Università Bologna: forse passionale il movente

Si chiama Riccardo Venier lo studente ucciso poco dopo le 18 al settimo piano del dipartimento di Matematiica dell’Universita’ di Bologna. La vittima, 22 anni, era originario di Monghidoro, paese dell’appennino bolognese. Aveva appena consegnato il compito di ‘Meccanica razionale 2’, quando, secondo un testimone, sarebbe stato raggiunto da sette colpi.


L’uomo che lo ha ucciso, che si e’ costituito subito dopo negli uffici della Polfer, e che ora si trova in questura negli uffici della squadra mobile, si chiama Domenico Bottari, 32 anni, originario di Messina. L’assassino, dopo aver ucciso, sarebbe entrato nell’aula e avrebbe urlato: ”Non lo volevo fare, non lo volevo fare”. Secondo indiscrezioni, il movente dell’omicidio sarebbe passionale.