Home Bologna Alta velocità: centro visitatori a Bologna

Alta velocità: centro visitatori a Bologna

Un centro visitatori per accogliere chi vuole sapere come procedono i lavori della Alta velocità ferroviaria a Bologna, e vuol vedere le due enormi
frese scavatrici in azione.

Per accogliere queste persone, che per motivi
di sicurezza non possono essere portate nelle due gallerie, Rete ferroviaria italiana ha aperto nella zona di San Ruffillo, nel cantiere di via Corelli, uno spazio che sarà visitabile su prenotazione (051.4839007).
Nel centro, inaugurato da Cesare Ghisi, responsabile della sede Tav del capoluogo emiliano, pannelli e filmati illustrano i lavori dei cantieri e l’avanzamento delle gallerie, oramai al 50% della loro realizzazione. Le due gallerie (la pari in direzione nord, e una dispari in direzione sud) sono lunghe 6.120 metri, cui si aggiungono in direzione di Firenze altri 900 metri di galleria artificiale nel punto della risalita. Al momento, la
galleria sud è gia arrivata in corrispondenza di via San Donato-via Massarenti, mentre l’altra è circa 400 metri più indietro.
I binari della Alta velocità attraverseranno il nodo bolognese con un
percorso di 18 km, il 60% dei quali in galleria. Nel progetto, a nord-ovest binari in arrivo da Milano si interrano all’altezza di Prati di Caprara. Fino alla zona della stazione centrale le gallerie sono scavate con metodi tradizionali. Dalla stazione fino alla risalita dopo San Ruffillo invece per aprire le due canne è stato necessario far entrare in azione le due maxi frese. Due macchinari enormi, con una testa di quasi 10 metri di diametro, e azionata da 12 motori idraulici.

E’ proprio la curiosità nei confronti delle macchine scavatrici una delle cause delle numerose richieste di visita.
Così Rfi ha attrezzato il centro, dove scolaresche, cittadini, università, associazione e ordini professionali, potranno vedere i pannelli fotografici
con la mappa dei lavori e la rappresentazione grafica delle due gallerie. Non mancano altri pannelli dedicati a nodo bolognese, Alta velocità e
opere viarie accessorie. Inoltre c’è una postaziione multimediale con schermo touch-screen, ed è possibile vedere un filmato che mostra le frese
e il loro funzionamento.

La fine dei lavori delle gallerie è prevista per il settembre 2007. La tratta Milano-Bologna sarà operativa nel 2007, ma già dal giugno 2006
dovrebbe essere pronto il tratto Bologna-Modena. Mentre la Bologna-Firenze-Roma dovrà essere attiva entro il 2008.