Home Reggio Emilia Reggio E.: domani inaugurazione Stazione di S.Polo

Reggio E.: domani inaugurazione Stazione di S.Polo

Il treno a vapore Act celebra domani l’inaugurazione della rinnovata Stazione di S.Polo
e la conclusione dei lavori di ammodernamento della Reggio-Ciano.


Nel centenario della nascita della Reggio-Ciano, L’Azienda Consorziale Trasporti di Reggio Emilia, in accordo con le amministrazioni locali dei Comuni serviti dalla ferrovia, Cavriago, Bibbiano, S. Polo e Ciano d’Enza, ha intrapreso l’opera di ammodernamento della linea con due importanti progetti: il rinnovamento del binario di corsa e la riqualificazione delle stazioni presenti sulla linea (gli interventi sono stati finanziati dalla Regione Emilia-Romagna).

Dopo l’inaugurazione delle rinnovate stazioni di Bibbiano e Barco del 29 maggio scorso, nella mattinata di domani, sabato 12 novembre, avrà svolgimento una cerimonia che festeggerà al contempo l’inaugurazione della stazione di S. Polo, completamente riqualificata, e la conclusione dei lavori di rinnovamento della linea ferroviaria Reggio Emilia–Ciano d’Enza: l’appuntamento è per le ore 9.30 presso la stazione di S. Polo (via XXV Aprile).

Per l’occasione, il treno a vapore ACT, restaurato e manutenuto presso l’officina ferroviaria, inaugurerà formalmente la rinnovata linea offrendo agli invitati un collegamento gratuito (sia per il viaggio di andata che per quello di ritorno) tra le stazioni di Reggio Emilia e di S. Polo.
La partenza è prevista per le ore 8.50 presso la Stazione Centrale FS.

All’iniziativa interverranno l’assessore provinciale alla Mobilità Luciano Gobbi, il sindaco del Comune di S.Polo Milena Mancini, il sindaco di Canossa e Ciano Enzo Musi, il presidente e il direttore generale dell’Azienda Consorziale Trasporti di Reggio Emilia, Giulio Fantuzzi e Fabrizio Vezzani, i membri del Consiglio di Amministrazione e i revisori dei conti, il personale ferroviario ACT e i bambini degli asili “M. Mara” e “F. Petrarca” di S. Polo, che hanno simbolicamente contribuito al recupero della stazione riproducendo in ceramica le scritte affisse sulla facciata della stazione medesima.