Home Cinema Giunta approva Pdl sull’apertura dei cinema

Giunta approva Pdl sull’apertura dei cinema

La Giunta regionale ha approvato oggi, su proposta dell’Assessore alla cultura Alberto Ronchi, il progetto di legge: “Disciplina della diffusione dell’esercizio cinematografico”.


Si tratta di un provvedimento molto atteso da parte degli imprenditori del settore e che si propone quattro obiettivi principali: salvaguardare le sale cinematografiche presenti nei centri
storici, favorendone la modernizzazione; incoraggiare l’apertura di nuove sale in zone attualmente sprovviste; porre la massima attenzione all’impatto urbanistico a livello sovracomunale, in relazione all’apertura eventuale di nuove multisale, ed infine semplificare le procedure per l’apertura e la ristrutturazione delle sale.

“Fino ad oggi – ha dichiarato l’assessore regionale Alberto Ronchi – per l’apertura di
nuove sale cinematografiche occorreva un’autorizzazione del Ministero per i Beni e le Attivita’ culturali”.
“Con l’approvazione di questo progetto di legge – ha riferito Ronchi – la competenza passerà alla Regione, che intende esercitarla con l’obiettivo di valorizzare e garantire, sotto il profilo culturale e qualitativo, la presenza di diverse tipologie di esercizi cinematografici”.

In particolare per salvaguardare la presenza di sale cinematografiche nei centri storici e favorire la riapertura delle sale dismesse anche nei piccoli centri, oltre alla forte limitazione dell’apertura di nuove multisale, è previsto che i Comuni consentano un parziale cambio di destinazione d’uso dei locali per l’insediamento di servizi o attività commerciali compatibili.
Dove oggi non sono presenti sul territorio sale cinematografiche il provvedimento prevede convenzioni tra Comuni e circoli di cultura cinematografica, associazioni di promozione sociale, fondazioni o altri soggetti privati con esperienza nel settore.

Nei mesi scorsi sul progetto di legge sono stati consultati e hanno espresso parere favorevole: la Conferenza regionale per il Terzo settore, la Conferenza Regione Autonomie Locali (CRAL) e l’Agis, che associa la maggior parte degli esercizi cinematografici.