Home Lavoro Reggio E.: sicurezza sul lavoro, si mobilita la V Commissione consiliare

Reggio E.: sicurezza sul lavoro, si mobilita la V Commissione consiliare

Ieri pomeriggio, nella sala Commissioni di Palazzo Allende, si è riunita la V Commissione consiliare (Politiche Economiche e Politiche del Lavoro) presieduta da Giuseppe Domenichini sui temi della sicurezza e della regolarità del lavoro. E’ stata la stessa Commissione ad aver richiesto esplicitamente di discutere di tali tematiche con tutti gli organi ispettivi.

Alla seduta hanno preso parte, infatti, oltre all’assessore al Lavoro Gianluca Ferrari, il coordinatore dei Servizi di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell’Ausl Carlo Veronesi, il direttore della Dpl Giulio Bertoni, Antonella Busso dell’Inail e Cosimo Abbatista dell’Inps, che hanno illustrato ai consiglieri provinciali la situazione reggiana in tema di sicurezza sul lavoro. “Una situazione certamente non rosea – ha affermato Veronesi – dal momento che una media di circa diecimila infortuni all’anno è troppo alta. Le ispezioni? Ogni anno l’Ausl controlla circa 1700 aziende e nel 2008 si cercherà di arrivare a 2000. Le sanzioni? Anche quelle ci sono, ma evidentemente la vigilanza da sola non basta, occorre sprattutto la collaborazione delle aziende e una diversa cultura della sicurezza”.

Il direttore Bertoni, dopo aver sottolineato che le nuove sinergie attivate con l’Ausl, anche grazie alla forte azione di coordinamento messa in campo dalla Provincia, stanno producendo incisivi risultati, ha indicato alcune criticità che seppur in modo più sotterraneo deteriorano la qualità complessiva del mercato del lavoro. “Se consideriamo che il lavoro irregolare supera di gran lunga quello totalmente in nero, dobbiamo cominciare a impegnarci anche su alcuni aspetti che marginali non sono, come ad esempio il rispetto dell’orario di lavoro e dei tempi di riposo. Molti incidenti accadono in itinere, quando cioè si torna a casa dopo 10 o 12 ore di lavoro. Inoltre nel commercio, nel periodo natalizio, molti addetti non hanno fatto il riposo settimanale”.

“Prevenzione dei rischi, tutela della salute, contrasto al lavoro nero – ha detto poi l’assessore Ferrari – sono i temi sui quali con la collaborazione e gli sforzi di tutti compresi sindacati e datori di lavoro dovremo indirizzare sforzi ancora maggiori con l’obiettivo di cogliere nel 2008 importanti risultati favorendo così un rinnovato e più virtuoso mondo del lavoro nell’interesse dell’intera società reggiana”.

La seduta si è protratta fino a tarda sera dopo una proficua discussione con i consiglieri che, al termine, hanno chiesto di essere costantantemente informati sull’evolversi della situazione. Già in programma pertanto ulteriori incontri con gli organi ispettivi.