Home Attualita' Soliera: prende il via la Fondazione partecipata per la cultura

Soliera: prende il via la Fondazione partecipata per la cultura

soliera_RoccaPrende il via a Soliera la Fondazione partecipata per la cultura, uno dei progetti qualificanti della nuova amministrazione, che ha messo al centro della propria azione il tema della partecipazione. L’atto costitutivo della Fondazione, che porta il nome della famiglia Campori alla quale sono intitolati anche il Castello e la Biblioteca comunale, è stato firmato mercoledì 18 novembre.

Il nuovo Ente è presieduto dall’assessore alla cultura e vicesindaco Roberto Solomita, affiancato da due membri del Consiglio di Amministrazione: Fabio Zaccaria, presidente dell’associazione Mele Bianche, animatore di Arti Vive Festival e delle attività delle associazioni Decibel e Dude, e Luisella Vaccari, conosciutissima in paese per svariate iniziative culturali e di volontariato sociale, fra queste l’attività della storica compagnia di teatro dialettale, la Cumpagnia dal Turtel.

I primi passi del Consiglio di amministrazione appena insediato andranno in due direzioni: da un lato si lavorerà per allargare la platea dei soci, coinvolgendo al massimo grado le numerose associazioni culturali presenti sul territorio solierese. Parallelamente l’obiettivo è mettere a punto al più presto un assetto organizzativo stabile, in grado di essere operativo già all’inizio del 2010.

Nella giornata di ieri è inoltre stato raggiunto l’accordo con i sindacati sul contratto dei dipendenti del servizio Cultura e Politiche Giovanili, che prevede un periodo di due anni, a partire dalla effettiva operatività della Fondazione, entro il quale i lavoratori potranno decidere volontariamente se venire trasferiti in Fondazione o rimanere dipendenti pubblici in un altro servizio, compatibilmente con la dotazione organica. Ai dipendenti della Fondazione partecipata, dopo l’eventuale trasferimento, verrà applicato il contratto collettivo di Federcultura.