Home Attualita' Una sociologa dell’Università degli studi di Modena si è aggiudicata il Premio...

Una sociologa dell’Università degli studi di Modena si è aggiudicata il Premio Ladislao Mittner

_DSC0018Attribuito ad una sociologa dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia il Premio Ladislao Mittner, che quest’anno se lo è aggiudicato la prof.ssa Elena Esposito, docente alla facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia. Il Premio, istituito dal governo tedesco attraverso il DAAD, l’ente che si occupa di interscambio accademico, è stato consegnato alla docente nel corso di una cerimonia che si è tenuta nei giorni scorsi all’Università Federico II di Napoli, dove nei medesimi giorni sono state ospitate iniziative di incontro degli ex borsisti dell’istituzione tedesca.

Il Ladislao Mittner è uno dei riconoscimenti più prestigiosi riservato a studiosi italiani (tra essi bisogna ricordare Claudio Magris) ed è assegnato per studi che si caratterizzano per il confronto scientifico-intellettuale che sanno alimentare con la Germania.

Il comitato del premio ha fatto ricadere la sua scelta sulla prof.ssa Elena Esposito per le numerose ed importanti pubblicazioni di cui la studiosa è stata autrice e attraverso le quali ha favorito un dialogo costante fra Italia e Germania e la diffusione della conoscenza della cultura e degli studi del paese mitteleuropeo. Alla cerimonia di consegna dei premi erano presenti il segretario generale del DAAD Christian Bode e l’ambasciatore tedesco in Italia Michael Steiner.

Nel suo intervento la docente, oltre a “ringraziare sentitamente per il riconoscimento” ha ricordato il suo percorso accademico e di ricerca fin dalla scelta della Germania e dell’Università di Bielefeld come meta di studi che l’hanno portata a lavorare accanto a Niklas Luhmann, una delle voci più autorevoli e note nella sociologia mondiale.

Il premio. Attribuito per la prima volta nell’aprile del 2002 il Mittner viene conferito annualmente a studiosi italiani distintisi in alcune discipline, quali la filosofia, le scienze giuridiche, le scienze politiche, la storia, la sociologia. Il premio prende il nome dal germanista di origine triestina Ladislao Mittner (1902-1975), caposcuola della moderna germanistica in Italia e docente per oltre vent’anni all’Università Ca’ de Foscari di Venezia, noto per la sua opera dedicata alla storia della letteratura tedesca, ancora oggi considerata una pietra miliare del suo genere in lingua italiana. Dopo la seconda guerra mondiale Mittner ha utilizzato la germanistica come strumento di mediazione della cultura tedesca in Italia, dando un grosso contributo allo sviluppo della comprensione fra i due Paesi.

Elena Esposito. Si laurea all’Università di Bologna in Scienze politiche nel 1983 e in Filosofia nel 1987 con una tesi con il prof. Umberto Eco. Nel 1990 ottiene il diploma di dottorato in Sociologia a Bielefeld. Dal novembre 2001 è Professore Associato in “Sociologia dei processi culturali e comunicativi” presso la facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Nel suo percorso accademico ha collaborato alle attività didattiche e di ricerca presso l’Università di Bologna e presso l’Università di Urbino, oltre che presso gli Atenei di Bielefeld e Berlino, ed è stata chiamata in qualità di “professore ospite” presso l’Università di Vienna. Nel 1993 ha ricevuto il Premio Lelli per il testo L’operazione di osservazione. E’ stata redattrice della rivista Teoria sociologica, e della rivista Soziale Systeme. E’ membro del comitato scientifico della rivista Erwägen Wissen Ethik e della rivista Trivium. E’ autrice e coautrice di numerosi volumi e articoli.