Home Letteratura Bagnolo ricorda il 7 Luglio 1960

Bagnolo ricorda il 7 Luglio 1960

Nei giorni che ricordano il cinquantesimo anniversario dei fatti che il 7 luglio 1960 sconvolsero Reggio Emilia, il Comune di Bagnolo in Piano ospita l’on. Alessandro Carri, l’autore di “Le lunghe giornate dell’agosto sessanta” per un approfondimento fatto attraverso la voce e la memoria di un testimone. La conversazione con l’autore, organizzata dal Comune di Bagnolo in piano – Assessorato alle politiche culturali con il patrocinio della Provincia di Reggio Emilia, si svolgerà mercoledì 14 luglio alle ore 21,30 presso la “Piazzetta degli incontri”. Sarà presente il Sindaco Paola Casali.

“Le lunghe giornate del luglio sessanta. Impressioni, ricordi, riflessioni di un testimone” è opera di Alessandro Carri, ex segretario della FGCI e in seguito della Federazione PCI di Reggio Emilia nonché consigliere regionale e parlamentare per due legislature. Il suo volume – che ha ricevuto l’elogio personale da parte del Presidente della Repubblica – è stato presentato ufficialmente il 5 luglio presso la sede della CGIL di Reggio Emilia.

Nel suo libro Carri ripercorre la vicenda che portò all’uccisione di cinque operai reggiani nel corso di un manifestazione sindacale indetta il 7 luglio 1960. Una ricostruzione fedele e a tratti inquietante e dolorosa dei fatti di Reggio Emilia dove Carri ricorda Lauro Ferioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri, Afro Tondelli, vittime del fuoco delle forze dell’ordine in un periodo storico-politico complesso e difficile della vita della democrazia repubblicana.