Home Appuntamenti Giuseppe De Rita ospite di Confartigianato nel convegno “Contro la rassegnazione, nuove...

Giuseppe De Rita ospite di Confartigianato nel convegno “Contro la rassegnazione, nuove scelte! Una terza età impegnata per il futuro della società”

ADV


Sarà Giuseppe De Rita l’ospite d’onore del convegno organizzato da Anap e Confartigianato per ripensare il ruolo degli anziani nella società, promuovendo il grande potenziale che rappresentano, per esempio, nel rafforzamento del welfare e dei servizi alla persona.

 “Contro la rassegnazione, nuove scelte! Una terza età impegnata per il futuro della società”: questo il tema della giornata di confronto e dibattito organizzata per martedì 24 gennaio 2012, all’Hotel Bellaria di San Lazzaro di Savena, Bologna. “La nostra società – spiegano i promotori – più o meno esplicitamente, propone una rappresentazione dell’anziano come un soggetto passivo e conservatore; oltretutto improduttivo, perché uscito dal mondo del lavoro, e di conseguenza una spesa a perdere per il welfare. Gli anziani possono invece rappresentare un potenziale “rivoluzionario” di cambiamento per la società: non dimentichiamo che ogni giorno, in milioni di famiglie italiane, sono i nonni a sostituire le lacune del welfare, fungendo da ammortizzatori sociali. Proviamo a guardare la realtà da questo punto di vista: potrebbe illuminarci verso un futuro sostenibile”.

 “Lavorare per lasciare alle prossime generazioni un Paese migliore di quello che abbiamo ricevuto – spiega Gian Lauro Rossi, Presidente regionale ANAP – è un compito che richiede grandi capacità morali, culturali e politiche, ma anche una determinazione tutta orientata al bene comune. Per questo lo sforzo di ANAP e Confartigianato deve essere concentrato sulla costruzione di solidi pilastri su cui assicurare benessere, sviluppo, valori certi di riferimento per i nostri figli, per i nostri nipoti: insomma per il mondo che verrà, per essere protagonisti del nuovo welfare che dovrà determinarsi a fronte della crisi economica e sociale in atto. Evitare dunque di rimpiangere un passato che comunque non ritorna ed evitare di credere che il futuro sia un gratta e vinci: è invece la cosa più seria, affidata alla nostra, personale, planetaria responsabilità. Questa giornata vuole in modo concreto tracciare uno stile e un percorso per le nostre organizzazioni di rappresentanza, prendendo coscienza, anche a livello culturale e scientifico, delle chiavi di lettura attraverso cui agire con responsabilità per il bene comune e per il futuro, confrontandoci sulle scelte che vorremmo avviare con il 2012”.

“Viviamo in una società costantemente proiettata al futuro – sostiene Marco Granelli Presidente di Confartigianato Emilia Romagna – in una corsa in avanti che spesso dimentica il valore del passato, delle tradizioni e, soprattutto, dell’esperienza e della ricchezza che le persone portano dentro. Il contributo degli anziani è evidente a tutti nella quotidianità, nelle relazioni familiari e nella loro presenza preziosa per far funzionare la nostra vita. Ma non dobbiamo dimenticare neppure il grande apporto che la loro esperienza lavorativa può dare, soprattutto ad una associazione come Confartigianato, da sempre ambasciatrice della cultura artigiana!.

 

Il programma

La giornata si svolgerà in due momenti: una mattinata di dibattito con il contributo di numerosi e autorevoli ospiti e un pomeriggio dedicato alla visione di un film sul tema dell’Alzheimer.

Il programma prevede l’apertura dei lavori alle ore 10:00 con gli interventi introduttivi di Gian Lauro Rossi, Presidente Regionale ANAP, e Giampaolo Palazzi, Presidente Nazionale ANAP. Durante la mattinata interverranno Giuseppe De Rita, Presidente Censis, che terrà una lectio magistralis sul tema “I Valori primari per realizzare legami positivi e attivi in una società”, e Alfredo Bertelli, Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna, con un intervento sul tema “Quale futuro immaginiamo per il welfare dell’Emilia Romagna”. Enrico Quintavalle, Responsabile Centro Studi di Confartigianato e Carmelo Rigobello interverranno per fornire una fotografia puntuale, dati alla mano, sui cambiamenti della nostra società.  Le conclusioni della mattinata saranno affidate a Marco Granelli, Presidente Confartigianato Imprese Emilia-Romagna.

Nel pomeriggio, alle ore 15:00, si terrà invece la proiezione del film di Pupi Avati “Sconfinata giovinezza”, incentrato sulla tematica dell’Alzheimer e sulle difficoltà cui vanno quotidianamente incontro i malati e i loro familiari. Seguirà discussione con il pubblico, cui parteciperanno Gian Lauro Rossi, Fabio Menicacci, Carmelo Rigobello.

Gli ospiti

Giuseppe De Rita, laureato in giurisprudenza nel 1954, è stato funzionario SVIMEZ (Associazione per lo Sviluppo del Mezzogiorno) dal 1955 al 1963, poi responsabile della sezione sociologica della SVIMEZ dal 1958 al 1963. Dal 1964 al 1974 è stato Consigliere delegato del CENSIS (Centro Studi Investimenti Sociali). Dal 1974 a oggi è Segretario Generale della Fondazione CENSIS. É inoltre presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (CNEL) dal maggio 1989 e presidente della casa editrice Le Monnier dal 1995. Giuseppe De Rita svolge un’intensa attività pubblicistica oltre a essere relatore ai più importanti convegni e dibattiti che riguardano le condizioni e le linee di sviluppo della società italiana.

Alfredo Bertelli dal 1976 al 1982 è stato Sindaco del suo comune di residenza. Dal 1985 al 1995, eletto consigliere comunale a Ferrara, sua città di nascita, è stato Assessore ai Lavori pubblici.  É entrato in Regione nella legislatura 1995-2000. Ha lavorato nella commissione Scuola, Cultura e Turismo – di cui è stato vicepresidente – e nella commissione Territorio e Ambiente. Nel 2000 il presidente della Regione Vasco Errani lo ha nominato Consigliere alla presidenza. Dal 2005 al 2010 è stato Sottosegretario alla Presidenza, incarico previsto dal nuovo Statuto che Errani ha riconfermato anche nella legislatura in corso.