Home Economia Vignola: Centro Alesatura acquisisce GBS Spilamberto. Salvati tutti i 40 posti di...

Vignola: Centro Alesatura acquisisce GBS Spilamberto. Salvati tutti i 40 posti di lavoro

Venerdì pomeriggio, a Vignola, M.V.Industrial Srl, società satellite del gruppo CENTRO ALESATURA , ha affittato la ditta GBS SPA , nota azienda meccanica di Spilamberto in concordato preventivo, salvando tutti i 40 posti di lavoro.

La società “veicolo” M.V.Industrial Srl è una società giovane guidata dalla seconda generazione di imprenditori di Centro Alesatura.

L’operazione, nasce da una coraggiosa decisione di Centro Alesatura srl, società vignolese che si colloca a i vertici del suo settore e che ha come riferimento il mercato mondiale del powering e dei motori navali.

Centro Alesatura è riuscita ad incrementare così le pressanti esigenze di capacità produttiva del suo gruppo, evitando l’inesorabile depauperamento di competenze che avrebbe provocato la liquidazione di GBS, salvaguardando posti di lavoro in un territorio già duramente provato dalla crisi economica. E’ importante sottolineare che, proprio nel momento congiunturalmente più complesso degli ultimi decenni, Centro Alesatura ha raddoppiato il fatturato e assunto 45 giovani addetti.

L’operazione di acquisizione della GBS, che è stata coordinata e gestita dallo Studio Masella di Modena, è stata particolarmente complessa. Oltre a dover soddisfare le esigenze di vari interlocutori (Tribunale, sindacati e proprietà della GBS), in fase di start up è stato necessario trovare il supporto finanziario all’operazione che, pur in un momento di grave crisi internazionale del credito, è stato fornito dalla Banca Popolare di Verona- Banco San Geminiano e San Prospero. Ci si augura che altri istituti di credito, in particolare quelli locali, comprendano la portata di tale operazione valutandone anche gli aspetti sociali e forniscano il loro sostegno, sperando che ciò possa essere di stimolo per altri imprenditori.

La scelta di salvare un’impresa in difficoltà per salvaguardarne il patrimonio di conoscenza tecnica, connettendola ad una rete europea di imprese meccaniche appartenenti alla medesima filiera di cui Centro Alesatura fa parte, non è solo strategica, ma è anche innovativa. Il progetto è stato infatti presentato, in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria Informatica dell’Università di Modena, al recente bando regionale sull’innovazione. La soluzione consiste nella gestione delle produzioni meccaniche in reti d’imprese; costituite da imprese locali collegate a realtà strutturate e di respiro internazionale (in questo caso Centro Alesatura), e funzionanti, anche grazie a software innovativi, come un’unica grande impresa. Il progetto quindi oltre ad una valenza sociale ha anche una valenza strategica ed innovativa per il territorio.

Ci teniamo anche a ringraziare l’Amministrazione Comunale di Spilamberto, in particolare il Sindaco Francesco Lamandini, che per mesi ha operato con l’obiettivo di salvaguardare l’occupazione ed il know how della storica azienda spilambertese.