Home Vignola Associazione Banca del Tempo: tante attività ed un progetto per raccogliere fondi...

Associazione Banca del Tempo: tante attività ed un progetto per raccogliere fondi per restaurare il gonfalone storico del Comune

Proseguono le numerose attività e progetti della Banca del Tempo a Spilamberto, il gruppo contribuisce alle iniziative del paese e collabora con tante associazioni del territorio. Tra gli obiettivi anche raccogliere fondi per il restauro del gonfalone storico del Comune di Spilamberto.

“La nostra – spiega Luciana Ballestra, Presidente della Banca del Tempo- è un’associazione di promozione sociale, in cui si scambia tempo, facciamo parte della rete regionale delle banche del tempo. La nostra sede è in viale Marconi all’interno dell’AUSL, dove condividiamo uno spazio con Auser. Scambiamo tempo tra di noi, con il Comune e con le altre associazioni. Partecipiamo alle iniziative del paese, sosteniamo le scuole: se hanno bisogno di qualcosa ci fanno la richiesta e noi lavoriamo per trovare quello di cui hanno bisogno. Collaboriamo per il piedibus, doniamo libri alla Biblioteca, offriamo un lavoro di vigilanza alla Casa dell’Acqua, abbiamo donato strumentazioni alla Casa Protetta, tutti i mercoledì intratteniamo gli ospiti della struttura allestendo la tombola e organizziamo con altre associazioni le iniziative del lunedì al Circolo Centro Cittadino”.

“L’impegno quindi è davvero tanto – prosegue Luciana – ma abbiamo anche grandi soddisfazioni, la soddisfazione più grande è far felici le persone. L’Associazione è composta da 50 persone circa di cui 30 attive. Quello che tra noi riproponiamo è la pratica di buon vicinato di una volta. Niente è obbligatorio, chi riceve un aiuto non è obbligato a restituirlo, ognuno deve dare la propria disponibilità a seconda del proprio tempo e delle proprie inclinazioni”.

“Tra i nostri obiettivi attuali – conclude Luciana – c’è il restauro del gonfalone del Comune, un simbolo antico ed importante per la nostra comunità, donato nel 1923 dalle donne spilambertesi al Comune, le stesse donne che lo avevano tessuto e ricamato utilizzando la seta prodotta con i bachi allevati a Spilamberto. Chi vuole aiutarci a sostenere questo progetto può venirci a trovare al nostro banchetto durante il mercatino 800 e dintorni oppure fare una donazione durante i nostri turni di apertura del Torrione”.

Per informazioni sull’associazione scrivere a bdt.spilamberto@libero.it