Home Formigine Formigine: report “castello”

Formigine: report “castello”

Nel 2016 sono oltre 110.000 le persone che hanno varcato il ponte levatoio del Castello di Formigine e oltre 30.000 i visitatori che hanno partecipato alle numerose iniziative svolte all’interno del Palazzo marchionale e nel parco, registrando un incremento del 43% rispetto all’anno precedente.

Anche il Museo, collocato nell’antica Rocchetta, chiude positivamente l’anno 2016, registrando oltre 12.000 visitatori, con un incremento rispetto all’anno precedente di oltre il 30%. Tra le novità, “La stanza del Castello Errante”: un’installazione di videoarte e mapping architetturale inaugurata lo scorso dicembre e realizzata da Delumen.

Per adulti, famiglie e bambini sono state realizzate iniziative speciali, durante le apertura ordinarie e straordinarie: visite guidate a tema, laboratori creativi, letture e percorsi animati che hanno visto la partecipazione di oltre 1600 persone.

Positivo anche il bilancio delle visite di gruppi e scuole: 79 gruppi hanno prenotato una speciale visita guidata e numerose classi e centri estivi hanno scelto di partecipare alle attività museali.

Il Museo del Castello ha inoltre proposto itinerari didattici differenziati per temi ed età, coinvolgendo oltre 2000 ragazzi: per i più piccoli dei nidi e scuole d’infanzia sono stati organizzati percorsi animati e laboratori creativi con personaggi in costume oppure divertenti “cacce” alla scoperta dei personaggi fantastici che popolano la rocca: draghi pasticcioni, buffe streghe, fate, gnomi e folletti dispettosi.

Gli alunni della scuola primaria si sono trasformati in amanuensi e miniatori medievali, grazie a un percorso che ripercorre la storia della scrittura e si conclude con un laboratorio di calligrafia e di miniatura; oppure sono diventati “guide per un giorno” narrando a genitori e familiari la storia millenaria del Castello.

Per la scuola secondaria, infine, sono stati predisposti 5 percorsi didattici dedicati all’archeologia medievale, agli stemmi araldici e al teatro shakespeariano.

Il Castello è anche un Punto informativo turistico collegato allo Iat Terra di motori di Maranello ed è anche Punto convenzionato con il FAI, Fondo ambiente italiano impegnato nella valorizzazione dei beni culturali. Sono oltre 2800 i contatti ricevuti per informazioni sulle opportunità presenti nel territorio, dato in aumento rispetto al 2015.

Numerose anche le coppie che hanno scelto la suggestiva cornice del Castello per celebrare il proprio matrimonio e trascorrere il giorno più bello con parenti e amici, potendo anche fruire del servizio di catering del ristorante “Il Calcagnino”.

Commenta l’assessore alla Cultura Mario Agati: “Il 2017 è l’anno del decennale del restauro che ha restituito ai formiginesi l’anima della loro città. Ricorderemo questo anniversario, in particolare con la seconda edizione dell’evento Castello Errante, quest’estate, e promuoveremo la campagna di raccolta fondi per recuperare anche le mura esterne. Rilanceremo la vocazione archeologica della rocca con una mostra dedicata ai recenti e significativi ritrovamenti sul nostro territorio. Teniamo le radici ben salde nel nostro passato ma per volare nel futuro”.