Home Appennino Modenese “Note e Arte nel Romanico” a Fiumalbo con il Quartetto Vanvitelli

“Note e Arte nel Romanico” a Fiumalbo con il Quartetto Vanvitelli

Prosegue la rassegna musicale “Note e Arte nel Romanico” con il suo decimo appuntamento che avrà luogo Mercoledì 7 agosto 2019, alle ore 21, presso la Chiesa dei Santi Donnino e Francesco (Seminario) di Fiumalbo.

Protagonista della serata sarà il Quartetto Vanvitelli formato da Gian Andrea Guerra – violino, Nicola Brovelli – violoncello, Luigi Accardo – clavicembalo e Mauro Pinciaroli – arciliuto.

Con il programma “Corelli e l’Europa”, verremo guidati attraverso un viaggio musicale all’insegna delle più suggestive sonate del noto compositore Arcangelo Corelli e dei suoi più celebri contemporanei.

Gian Andrea Guerra Diplomato in violino al Conservatorio “Giuseppe Nicolini” di Piacenza, si perfeziona a Milano. Ottiene anche la laurea di II livello in musica da camera con il massimo dei voti e la lode. È vincitore del concorso Rotary di Piacenza e del Concorso Internazionale del Val Tidone Festival 2007. Avvicinatosi alla prassi esecutiva barocca ha iniziato il proprio percorso di studi, che ha terminato con il Biennio di Violino barocco, sotto la guida dei Maestri Enrico Gatti e Luca Giardini. Ha collaborato con l’Orchestra da Camera di Mantova, La Risonanza, Ensemble Cordia, Ensemble Il Falcone, Sezione Aurea, Atalanta Fugiens, Accademia degli Invaghiti, Accademia degli Astrusi, Accademia Montis Regalis, Accademia d’Arcadia, Collegium “Nova Ars Cantandi”, Accademia Barocca Italiana, La Verdi Barocca, L’Aura Soave, Europa Galante. Ha partecipato con gruppi da camera a diverse stagioni concertistiche esibendosi in prestigiose sale e Teatri europei: a Parigi presso le Théàtre des Champs-Elysées, le Chàteau de Versailles; a Vienna al Theater an der Wien, al Festival la Folia, a la Salle Paderewski, Muziekcentrum De Bijloke, Teatro alla Pergola, Festival Monteverdi, Teatro Alighieri, Teatro La Fenice. Ha inciso diverse registrazioni. È ideatore del Bibiena Art Festival di Piacenza e fondatore dell’Associazione Culturale Banda Larga. Suona in quartetto nell’Ensemble Symposium col quale si è esibito a Berlino per “Berliner Tage Alte Musik” e a Cardiff presso la University School of Music. Nel 2017 sono usciti per Brilliant Classics i Concerti di Francesco Durante a parti reali nel ruolo di primo violino solista ed una serie di cantate di Hasse, primo violino concertatore, per l’etichetta Tactus.

Luigi Accardo Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e in clavicembalo presso il Conservatorio “Giuseppe Nicolini” di Piacenza. Ha inoltre conseguito il Diploma Accademico di II Livello in Clavicembalo e tastiere antiche e il diploma Accademico di II livello in Musica da Camera, entrambi col massimo dei voti. Ha frequentato masterclass e corsi di perfezionamento, con maestri quali Cristine Schornsheim, Olivier Baumont, Carmen Leoni, Pierre Hantai. Ha conseguito la laurea di I livello in Etnomusicologia presso il Conservatorio di Cagliari e la laurea magistrale in Musicologia presso la Facoltà di Musicologia di Cremona. Si è esibito in numerose città in Italia e all’estero. Ha registrato il CD “Santo Lapis – La stravaganza & 12 Harpsichord Sonatas”, registrate e pubblicate per la prima volta, del compositore Santo Lapis. Nel 2013 ha fondato, insieme al musicista Enrico Bissolo, il “Daccapo – Italian Harpsichord Duo”, ensemble musicale impegnato nella realizzazione del repertorio originale per due clavicembali. Il duo ha pubblicato un cd “The Bach’s Court in Leipzig”. Ha inoltre fondato l’ensemble “Musici di Castello”. Il gruppo è impegnato nello studio e nella realizzazione di repertori della musica antica. È il clavicembalista dell’ensemble “Articoolazione”, che si occupa di musica italiana e ha recentemente registrato un CD di cantate inedite della scuola napoletana del Settecento, dal titolo “Frangi Cupido i Dardi”. Ha suonato in numerose band e progetti, e si è esibito in Italia e all’estero. Sul versante musicologico, partecipa ad un progetto di ricerca sullo studio delle Celebrazioni musicali Cagliaritane del 1937. Ha svolto inoltre, per incarico dell’Associazione Culturale “Hymnos” di Santu Lussurgiu, registrazioni e ricerche sulle celebrazioni della Settimana Santa nel paese di Bonnanaro. Ha partecipato a convegni e seminari in qualità di relatore.

Nicola Brovelli Inizia lo studio del violoncello e prosegue i suoi studi presso la Scuola Civica di Musica di Milano, diplomandosi da privatista presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Ha conseguito una formazione orchestrale presso importanti istituzioni. Nel 2004 è un elemento dell’Orchestra Giovanile Interregionale di Ochsenhausen, mentre dal 2007 al 2009 è concertino dei violoncelli dell’Orchestra Giovanile Italiana, tramite la quale ha modo di collaborare con direttori quali Gabriele Ferro, Jeffrey Tate, Riccardo Muti, Claudio Abbado e Gianandrea Noseda. Ha seguito masterclass di Karine Georgian, Giulio Franzetti, Alfons Kontarsky, ed altri. Nel 2007 inizia lo studio del violoncello barocco, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Nel 2010 è primo violoncello borsista dell’Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica di Milano. Segue inoltre uno stage di musica da camera romantica su strumenti storici presso la Jeune Orchestre Atlantique. Attualmente è primo violoncello dell’Orchestra d’archi con strumenti originali “Arcantico”. Collabora inoltre con la Verdi Barocca, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, l’Orchestra da Camera Milano Classica, l’Accademia del Santo Spirito, i Musici di Santa Pelagia, l’Accademia Stefano Tempia, gli Invaghiti, l’Ensemble Les Nations. Nel 2013 vince un’audizione indetta dall’orchestra barocca “Accademia degli Astrusi” di Bologna. Ha suonato per importanti festival e rassegne di musica, tra cui: Serate Musicali, Regie Sinfonie, MITO Settembre Musica, Amici della Musica di Firenze, Festival Organistico Olandese, Estate Musicale Internazionale di Gressoney, Kalendamaya, Varazdinske barokne večeri. Attualmente insegna violoncello, sia barocco che moderno, presso l’Accademia Musicale Torinese.

Mauro Pinciaroli Si avvicina giovanissimo allo studio della chitarra classica. Si è formato musicalmente presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano dove ha concluso gli studi diplomandosi con il massimo dei voti e la lode in chitarra classica e successivamente in liuto e basso continuo. Si è inoltre perfezionato presso l’Accademia Chigiana di Siena. Ha inoltre conseguito il Master of Arts presso l´Universität für Musik und darstellende Kunst di Graz (Austria), ottenendo il massimo dei voti e la lode. Si è interessato alle discipline legate all’educazione in ambito musicale seguendo i corsi di pedagogia presso l’università di Malaga, dove ha conseguito il Master in Pedagogia Musicale e presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano dove ha conseguito il Master of Arts in Music Pedagogy. Ha pubblicato un Cd-Dvd didattico e revisioni di alcune opere dell’Ottocento chitarristico. È stato premiato in diversi concorsi nazionali ed internazionali di interpretazione vincendo dodici primi premi. Dalla fine degli anni ’90, si dedica allo studio e all’approfondimento della prassi esecutiva della musica rinascimentale e barocca su strumenti originali dedicandosi esclusivamente agli strumenti antichi a corda pizzicata. Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento con: Nigel North, Rolf Lislevand, Hopkinson Smith, Paolo Cherici e Massimo Lonardi. Ha proseguito poi i suoi studi in liuto e tiorba presso la Musik und Kunst Privatuniversität der Stadt Wien, approfondendo in particolare la pratica del basso continuo su strumenti a pizzico e conseguendo nel 2016 il Master of Arts con il massimo dei voti e la lode. Ha inoltre seguito corsi di perfezionamento in basso continuo e pratica orchestrale. Ha al suo attivo concerti sia da solista che in formazioni cameristiche e orchestrali in Italia e all’estero. Collabora stabilmente con diversi ensemble barocchi ed orchestre storicamente informate.