Home Appuntamenti Festival della Cultura tecnica: dal 14 ottobre al 19 dicembre l’edizione 2020

Festival della Cultura tecnica: dal 14 ottobre al 19 dicembre l’edizione 2020

Il futuro chiama? Il Festival della Cultura tecnica risponde. E lo fa con un’edizione completamente rinnovata, che intende affrontare non solo le sfide di oggi, ma anche progettare e pensare il domani con risorse e strumenti alternativi.

In programma dal 14 ottobre al 19 dicembre su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna, il Festival della Cultura tecnica si prepara a una settima edizione che, pur rinnovata nella formula e nei contenuti, continuerà a mettere al centro della propria azione la promozione del valore della cultura tecnica e scientifica.

Focus tematico del 2020 “Sviluppo sostenibile e resilienza”, con riferimento all’Agenda 2030 per lo Sviluppo sostenibile.

Prima iniziativa a partire sul territorio metropolitano bolognese è Native/i resilienti – Dal Covid-19 all’idea di futuro. Percorsi con le nuove generazioni, un progetto promosso dalla Città metropolitana di Bologna, in collaborazione con numerosi soggetti pubblici e privati, per favorire una costruttiva elaborazione dell’emergenza Covid-19 all’interno dei contesti scolastici e formativi. Native/i resilienti prevede l’avvio di una serie di percorsi didattici per ragazze e ragazzi dedicati alle competenze attivate in questo periodo, oltre che un’analisi sui cambiamenti in corso nel lavoro delle insegnanti e degli insegnanti. Il modulo di iscrizione all’iniziativa è già online sul sito festivalculturatecnica.it.

Gli strumenti e i materiali frutto di Native/i resilienti, che potranno diventare patrimonio di conoscenza comune e una testimonianza diretta dell’esperienza Covid-19 a disposizione dell’intero sistema scolastico-formativo, saranno oggetto di valorizzazione nell’ambito del Festival 2020.

Altro tema centrale per il Festival della Cultura tecnica 2020 continuerà a essere quello del contrasto al gap di genere, che sarà affrontato con una serie di iniziative contro gli stereotipi che ostacolano le ragazze nella scelta di percorsi scolastici, formativi e professionali dell’area STEAM.

Al Festival in programma nell’area metropolitana bolognese si affiancano, a partire dal 2018, le edizioni organizzate dalle Province di Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini, in collaborazione con la rete di soggetti locali interessati a queste tematiche, per un palinsesto complessivo nel 2019 di più di 500 tra seminari, laboratori, convegni ed eventi.

La prossima edizione del Festival, in programma dal 14 ottobre al 19 dicembre, si prepara però a superare i “confini” regionali, potenziando ulteriormente la propria vocazione tecnologica e digitale: gli organizzatori si stanno muovendo per rendere possibile uno svolgimento anche a distanza delle iniziative, aperte in questo modo a un pubblico ancora più ampio e diversificato. Ci si prepara ad assistere a un Festival i cui corsi, talk e dimostrazioni si concentreranno sul tema “Sviluppo sostenibile e resilienza”, con l’obiettivo di sensibilizzare i partecipanti nei confronti dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e i suoi 17 obiettivi, concentrandosi in particolare su potenzialità e benefici di un approccio resiliente sia esso applicato al contesto scolastico, al mondo delle imprese o alla sfera privata.

Nato nel 2014 a Bologna, il Festival della Cultura tecnica si svolge nell’autunno di ogni anno, proponendo alle ragazze e ai ragazzi, alle loro famiglie, alle insegnanti e agli insegnanti, a chi opera nel mondo dell’educazione e della formazione un calendario di appuntamenti che valorizza e promuove le opportunità, l’innovazione e la ricchezza di cui la cultura tecnica e scientifica è naturale portatrice. Un bagaglio di competenze e professionalità che contribuiscono attivamente al rilancio e alla crescita del tessuto sociale, economico e produttivo di ogni territorio.

Il Festival della Cultura tecnica, promosso dalla Città metropolitana di Bologna e parte integrante del Piano Strategico Metropolitano di Bologna, è realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, che co-finanzia il progetto tramite il Fondo sociale europeo, con il Comune di Bologna e con altri numerosi partner pubblici e privati. È uno degli interventi che la Regione Emilia-Romagna sostiene per fornire ai ragazzi e soprattutto alle ragazze orientamento sui percorsi formativi che forniscono competenze tecniche e tecnologiche e per accompagnarli nel difficile passaggio dalla scuola al mondo del lavoro.

Tutte le novità e gli aggiornamenti sul Festival, come anche le modalità per candidare un evento a entrare in calendario sono disponibili sul sito festivalculturatecnica.it.