Home Scandiano Inaugurato il vivaio comunale di Scandiano questa mattina allo Stradello

Inaugurato il vivaio comunale di Scandiano questa mattina allo Stradello

ADV


La cura del verde, dalle piante di oggi agli alberi di domani. Continua a crescere, grazie a ‘Mettiamo radici per il futuro’ la campagna regionale che in cinque anni distribuisce gratis 4,5 milioni di alberi, uno per ogni abitante – il corridoio verde dell’Emilia-Romagna.
Da ottobre a oggi, infatti, sono più di 440mila le nuove piante che hanno trovato casa nei parchi, nei giardini e negli spazi verdi da Piacenza a Rimini.
Anche il Comune di Scandiano  – che entro il 2024 metterà a dimora 15mila nuovi alberi in 12 aree pubbliche e oltre 80mila metri quadrati di superficie dedicata – aderisce all’iniziativa e, per favorire la crescita ottimale delle piantine fornite dalle aziende vivaistiche forestali della Regione, ha dato vita al nuovo vivaio comunale a gestione condivisa e partecipata che ha l’obiettivo di far crescere i giovani alberi nei primi due/tre anni di vita, in vista della definitiva piantumazione a terra.
Il taglio del nastro della nuova attività è avvenuto questa mattina alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini e dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi che hanno visitato la sede della cooperativa sociale ‘Lo Stradello’ di Scandiano dove sorge l’area dedicata al vivaio. Qui, gli operatori della struttura in collaborazione con agronomi specializzati, si occuperanno della crescita degli esemplari ma anche di attività di educazione ambientale rivolte al mondo della scuola e alla cittadinanza.

“Un progetto di collaborazione pubblico-privata e di tutela ambientale che merita di essere sottolineato- commenta il presidente Bonaccini– tanto più perché parte e vive grazie al grande piano green dell’Emilia-Romagna. Un progetto visionario e ambizioso da oltre 14 milioni di euro che entro il 2025 donerà alla nostra terra 10mila ettari di verde in più. Il risultato straordinario di questi mesi è la prova che gli emiliano-romagnoli hanno capito bene l’importanza di questa campagna che pensa al futuro delle giovani generazioni; grazie alla cura che stiamo dimostrando, le piante di oggi saranno gli alberi di domani”.

Il vivaio nella sede della cooperativa sociale ‘Lo Stradello’
Al nuovo vivaio comunale di Scandiano è dedicata un’area di circa 1.000 metri quadrati all’interno della sede della cooperativa sociale ‘Lo Stradello’, una delle prime cooperative di solidarietà del territorio nazionale che dal 1984 si rivolge alle persone con disabilità offrendo loro servizi socio-riabilitativi e di inserimento lavorativo.
Lo spazio, gestito dalla cooperativa, ha l’obiettivo di favorire l’attecchimento ottimale delle giovani piante nel periodo precedente la piantumazione a terra attraverso l’utilizzo di tecniche sostenibili e non impattanti sul terreno e un’irrigazione periodicaeffettuata da un impianto con centralina elettronica.

Ad oggi l’area ospita 1.250 esemplari che arrivano dai vivai forestali della regione e sono in arrivo altre 1000 piantine dell’iniziativa – sempre tutelata attraverso fondi regionali – ‘Una ghianda fa il bosco’, che consiste nella semina di ghiande provenienti da querce secolari del nostro territorio.

Il vivaio è attrezzato per gestire circa 2.500 piante l’anno e conta anche una zona dedicata alla promozione di attività di educazione ambientale – rivolte al mondo della scuola e alla cittadinanza – e realizzate dal Comune in collaborazione con il ‘Centro Educazione Alla Sostenibilità Terre Reggiane – Tresinaro Secchia’.

‘Mettiamo radici per il futuro’: la distribuzione degli alberi aggiornata per provincia
Dal 1^ ottobre ad oggi il nuovo report della campagna ‘Quattro milioni e mezzo di alberi in più. Piantiamo un albero per ogni abitante dell’Emilia-Romagna’ conta 441.281 piantine ritirate da cittadini, associazioni ed enti pubblici di tutto il territorio regionale.
Questa la distribuzione delle specie arboree:
62.958in provincia di Bologna, 71.638 piante sul territorio di Parma, 71.900a Modena, la provincia di Reggio Emilia ha ritirato 93.835 alberi, 14.269 sono andati a Piacenza. Alla provincia di Ferrara 19.977esemplari, 22.805 al territorio di Rimini, 60.788per la provincia di Forlì-Cesena e 23.111 le piante distribuite sul territorio di Ravenna.

Intanto prosegue a pieno ritmo l’attività di distribuzione da parte delle aziende vivaistiche che hanno aderito al piano. Per completare la distribuzione dei primi 500mila esemplari previsti dal primo step della campagna, fino al 15 aprile sono ancora disponibili 60mila piante. L’iniziativa riprenderà dal 1^ ottobre.

Tutte le informazioni sulla campagna, al sito https://radiciperilfuturoer.it