Home Appuntamenti Estate a Soliera, piazza Lusvardi diventa un’arena estiva

Estate a Soliera, piazza Lusvardi diventa un’arena estiva

ADV


Per il secondo anno consecutivo in piazza Lusvardi sarà un’estate all’insegna del grande schermo per una programmazione che prevede 10 proiezioni gratuite, ma a prenotazione obbligatoria e semplice: basta accedere al sito internet della Fondazione Campori oppure telefonare allo 059.568580 (lunedì-venerdì ore 9-13, martedì e giovedì ore 14.30-17.30).

In cartellone anche due concerti di “Note di Passaggio”, a cura degli Amici della Musica di Modena: giovedì 15 luglio con il Quintetto Ducale e giovedì 5 agosto con Gesualdo Coggi al pianoforte.

Quanto al cinema, si comincia venerdì 16 luglio con il film d’animazione “Dilili a Parigi”. È l’ultimo film del regista, sceneggiatore, disegnatore francese Michel Ocelot, premio Cesar 2019 come migliore film di animazione. Ocelot, che ha passato la sua infanzia in Guinea, ci aveva già mostrato il capolavoro di un eroe bambino nero: Kirikù, cresciuto in un villaggio africano, minuscolo in proporzione agli adulti ma di gran lunga più intelligente e capace di risolvere ogni situazione con generosità e fantasia. Dilili è il corrispettivo femminile di Kirikù. L’altra coprotagonista del film è Parigi, la Ville Lumière, sfolgorante ed epica, fotografata digitalmente da Ocelot in migliaia di foto da cui ha poi cancellato ogni traccia di modernità e su cui interviene con il disegno animato.

Poi si prosegue per altre tre settimane, nelle serate di lunedì, martedì e mercoledì, con “Easy: un viaggio facile facile”, “Coco”, “Il grande passo”, “The rider. Il sogno di un cowboy”, “Oceania”, “Ci vuole un fisico”, “Alice e il sindaco”, “Ferdinand” e “Il grande salto”.

In programma anche gli spettacoli “Il circo delle nuvole” di e con Gek Tessaro (22 luglio, per bambini dai 4 anni in su) e “L’inno svelato” (29 luglio) di Michele D’Andrea, storico e curatore dei simboli istituzionali. Si tratta di una passeggiata a ritroso nel tempo, con il passo dell’ironia e del disincanto, tra le pieghe della storia ufficiale. Al centro della narrazione il nostro inno nazionale, attorno al quale ruotano le curiosità e gli aneddoti che ne hanno accompagnato la nascita, il successo, il significato, l’attuale percezione.

Nell’occasione il sindaco di Soliera Roberto Solomita consegnerà alle ragazze e ai ragazzi nati nel 2003, le “chiavette della città”, vere e proprio chiavi usb, realizzate ad hoc, che contengono il testo integrale della Costituzione Italiana.

 

Articolo precedenteDevoluti in beneficienza alla Caritas diocesana di Reggio – Guastalla circa 1.400 capi di abbigliamento sequestrati dalla Guardia di Finanza
Articolo successivoCambio al vertice del Rotary Club Guastalla