Home Bassa modenese Mirandola, presto i lavori per il nuovo Punto Prelievi. Trasferimento temporaneo del...

Mirandola, presto i lavori per il nuovo Punto Prelievi. Trasferimento temporaneo del servizio

ADV


E’ in programma da martedì 20 luglio il trasferimento temporaneo del Punto Prelievi di Mirandola, in vista dell’avvio dei lavori per la ristrutturazione completa dell’attuale sede presso l’Ospedale ‘Santa Maria Bianca’. Per garantire la continuità del servizio, la nuova ubicazione per tutto il periodo del cantiere – stimato in circa 8 mesi – sarà nel fabbricato polifunzionale ‘Ex Acquaragia’ in via Dorando Pietri 15 sempre a Mirandola, dove è già presente il Punto Vaccinale.

L’attività del Punto Prelievi non impatterà sull’attuale programma di somministrazione delle dosi, andando ad occupare la prima parte di mattinata, per poi lasciare spazio alla campagna vaccinale per tutto il resto della giornata. La sede temporanea garantirà lo stesso numero di prelievi settimanale (circa 650) eseguiti attualmente presso il ‘Santa Maria Bianca’, mantenendo le stesse giornate e gli stessi orari di accesso per i cittadini dalle 7,15 alle 9,15 dal lunedì al sabato.

Presso l’Ospedale rimarrà comunque un punto accettazione ed esecuzione dei prelievi dedicato a particolari esami urgenti che richiedono una processazione rapida. È opportuno, pertanto, che i cittadini leggano attentamente il foglio di prenotazione degli esami in cui è indicata la sede dove presentarsi.

Nel frattempo, inizierà nelle prossime settimane l’accantieramento per la ristrutturazione del Punto Prelievi presso l’ospedale (slittato a causa dell’emergenza Covid), che prevede un rifacimento completo dell’accettazione, delle sale d’attesa, delle stanze prelievo e dei servizi igienici attigui. L’investimento per l’intervento è pari a 350mila euro nell’ambito dei finanziamenti per la costruzione della Casa della Salute di Mirandola.

 

Articolo precedenteZanzare, ecco gli interventi per proteggere sé stessi e gli altri
Articolo successivoPD Sassuolo: Menani, il sindaco sceriffo nel far west sassolese