Home Bassa modenese Al via a Mirandola la sperimentazione del car sharing in città con...

Al via a Mirandola la sperimentazione del car sharing in città con cinque autovetture

ADV


Il Car sharing arriva a Mirandola. Ci saranno cinque auto completamente elettriche posizionate in due punti strategici, in centro e alla stazione dei treni di Cividale, per essere facilmente raggiungibili e fruibili da parte di cittadini e non, che ne hanno necessità.

“L’attenzione alla salvaguardia dell’ambiente è di primaria importanza e deve necessariamente passare attraverso azioni protese a promuovere stili di vita sostenibili. Per questo abbiamo ritenuto importante impegnarci attraverso gli Assessorati alla Mobilità, al Centro storico e alle Frazioni e sostenere un progetto, volto a favorire lo sviluppo di un tipo di mobilità alternativa e differente anche sul nostro territorio”, ha voluto sottolineare il Sindaco di Mirandola Alberto Greco, al momento dell’avvio in questi giorni della sperimentazione nel Comune di Mirandola.

Mirandola sarà la seconda realtà territoriale italiana, in cui si svilupperà un progetto di Car sharing legato a Renault Italia, a cui è stato concesso, proprio per le sue finalità ecosostenibili, il patrocinio del Comune. Cinque le autovetture, completamente elettriche – messe a disposizione dalla concessionaria auto Franciosi s.r.l. – destinate al noleggio da parte dei cittadini per i loro spostamenti. Come cinque, saranno gli stalli facilmente raggiungibili in cui potranno essere noleggiate. Quattro sono stati creati appositamente: due auto infatti saranno collocate in centro storico e per la precisione in piazza Marelli; altre due a Cividale appena fuori dalla stazione ferroviaria, per essere disponibili anche per chi arriva in treno. Il quinto stallo invece si trova presso il concessionario nella sede di via Statale Nord.

Ciascuna autovettura a pieno carico di energia avrà un’autonomia di 380 km. Per usufruirne sarà sufficiente scaricare l’apposita App e quindi prenotare il noleggio, che potrà avvenire h24, 7 giorni su 7 per una durata di minimo 30 minuti ad un massimo di sette giorni. Al termine di ogni utilizzo, il concessionario delle auto si farà carico della pulizia del mezzo, della sanificazione e della sua completa ricarica.

 

Articolo precedenteL’Azienda USL di Reggio Emilia ha disposto i primi 9 provvedimenti di sospensione dal servizio per operatori sanitari non vaccinati
Articolo successivoRaccordo di Piacenza sud R49: chiusa per una notte l’entrata della stazione di Piacenza Sud