Home Reggio Emilia L’Azienda USL di Reggio Emilia ha disposto i primi 9 provvedimenti di...

L’Azienda USL di Reggio Emilia ha disposto i primi 9 provvedimenti di sospensione dal servizio per operatori sanitari non vaccinati

ADV


In esito all’avvenuto accertamento, l’Azienda Usl di Reggio Emilia, nella persona del Direttore Generale Cristina Marchesi, ha disposto i primi 9 provvedimenti di sospensione dal servizio per altrettanti operatori sanitari non vaccinati operanti in azienda.

Il DL 44 del 1 aprile 2021, convertito dalla legge 76 del 28 maggio, impone all’art. 4 l’obbligo di vaccinazione per gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario (assistenti tecnici di studio odontoiatrico, oss, e massofisioterapisti).

La norma prevede passaggi formali di accertamento dello stato vaccinale che l’Azienda USL ha affidato al Dipartimento di Sanità Pubblica, che sta completando i necessari approfondimenti. Le prime lettere di accertamento del mancato rispetto dell’obbligo vaccinale sono state notificate nella giornata di oggi via PEC.

Articolo precedente“SereNere”: da Bologna all’Appennino nel nome di Leonardo Sciascia
Articolo successivoAl via a Mirandola la sperimentazione del car sharing in città con cinque autovetture