Home Cronaca Controlli della Polizia di Stato nelle zone limitrofe alla stazione storica di...

Controlli della Polizia di Stato nelle zone limitrofe alla stazione storica di Reggio Emilia

ADV


Continua incessantemente l’attività di controllo del territorio della Questura di Reggio Emilia volta a riconsegnare alla città ed ai suoi cittadini le aree maggiormente degradate sotto forma di luoghi più sicuri e sani. Anche oggi sono stati attuati specifici servizi disposti dal Questore, che hanno interessato le zone limitrofe alla stazione storica, Piazzale Europa e le zone adiacenti al Parco del Tasso.

Il personale della Questura di Reggio Emilia, impiegato unitamente al personale del Reparto Prevenzione Crimine, ha effettuato capillari controlli ponendosi così in continuità con le attività in precedenza e costantemente svolte in funzione di un innalzamento della percezione della sicurezza nei cittadini.

Solo nella giornata di ieri, grazie allo specifico servizio disposto, sono state identificate nelle aree citate 53 persone e controllate 18 autovetture. Su segnalazione di un residente della zona, una pattuglia della Squadra Volanti si è  portata presso via Turri per accertare l’eventuale presenza di alcune persone che stavano dormendo all’interno di una cantina.

Sul posto l’apertura di questa non risultava forzata e all’interno venivano trovati tre cittadini tunisini privi di documenti. I tre venivano accompagnati presso gli uffici della locale Questura per accertare la loro reale identità, Ovvero C.K., nato in Tunisia, classe ’93; C.F., nato in Tunisia, classe ’00 e N.M., nato in Tunisia, classe ’03. Da accertamenti in Banca Dati, C.K., risultava irregolare nel territorio nazionale e deferito per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato. Nel pomeriggio veniva quindi espulso e accompagnato presso il centro di permanenza per il rimpatrio di Gorizia.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni, tenendo conto anche delle segnalazioni che arrivano al Posto di Polizia Turri.

Articolo precedenteGiornata nazionale della Psicologia, anche a Reggio Emilia disagi emotivi raddoppiati a causa della Pandemia
Articolo successivoEmilia-Romagna Data Valley: Francesco Ubertini nuovo presidente di IFAB, la Fondazione su Big Data e Intelligenza artificiale per lo sviluppo umano