Home Reggio Emilia Zona stazione Reggio Emilia: al via da oggi due nuove ‘Stazioni di...

Zona stazione Reggio Emilia: al via da oggi due nuove ‘Stazioni di servizio con la comunità’

ADV


Con la riapertura di due nuovi spazi in Zona stazione – ‘Ca’ Reggio’ in piazza Domenica Secchi, all’interno della quale sarà attivo il primo Rider Point di Reggio Emilia, e ‘Civico 20sette’ in via Turri – prende il via il progetto ‘Stazioni di servizio con la comunità’, promosso dall’Amministrazione comunale nell’ambito dell’Accordo di programma sulla sicurezza per la Zona stazione e ideato e condotto dalla Cooperativa di comunità Impossibile, grazie al finanziamento annuale della Regione Emilia-Romagna relativo all’Accordo tra i due enti sulla coesione sociale. Nuovi luoghi per favorire la socialità, l’integrazione e la partecipazione dei residenti, all’interno dei quali saranno promossi servizi, attività e incontri con l’obiettivo di creare un ‘hub’ (contenitore) di comunità, uno spazio civico aperto e diffuso all’interno del quartiere. Ai due spazi – attivi a partire da oggi – se ne aggiungerà a breve anche un terzo, lo spazio ‘IVNovembre’ in viale IV Novembre al civico 8/a, dove sarà attivato un Emporio di comunità.

Tre luoghi simbolo della Zona stazione riaprono così le porte al quartiere e alla città, presentandosi come un unico grande spazio diffuso che metterà a disposizione servizi di ascolto, portierato sociale, distribuzione alimentare, percorsi formativi e iniziative con il supporto dei cittadini della zona. Il progetto rappresenta l’esito delle indicazioni scaturite dai quattro tavoli di lavoro previsti dal Piano strategico Zona stazione e partecipati da cittadini, sindacati, associazioni e cooperative sociali, sottoscritto nel 2020 da 23 associazioni che operano nella Zona con l’obiettivo di riqualificarla attraverso interventi di carattere sociale, culturale e urbanistico. Insieme alla Cooperativa di comunità Impossibile, protagoniste del progetto saranno alcune realtà che risiedono o operano da tempo nella zona – la Cooperativa sociale L’Ovile, il Centro di solidarietà di Reggio Emilia (Ceis), l’Accademia di quartiere (AcCqua), Auser e Anteas – con il supporto di due gruppi informali di cittadini, ‘Antenne di quartiere’ e ‘La voce di via Turri’. La rete si avvale inoltre della collaborazione e della sinergia con alcuni servizi comunali attivi nella zona: i servizi Coesione sociale, Partecipazione, Officina educativa in particolare per la collaborazione con Spazio Raga, e il Polo sociale est di via Vecchi.  Rilevante è inoltre la collaborazione con Fondazione Mondinsieme, da tempo presente e attiva nella Zona stazione per costruire percorsi di inclusione e di responsabilizzazione reciproca.

“Da oggi gli spazi pubblici in zona stazione rinascono a nuove funzioni nell’interesse dei residenti, dando vita ad una sorta di centro sociale diffuso che si affianca alle realtà già presenti in zona ed amplifica la presenza dell’Amministrazione – dice l’assessore a Legalità e coesione sociale Nicola Tria – Si tratta del frutto anche di un lavoro corale realizzato sui tavoli attorno ai quali siedono i soggetti che da anni operano nel quartiere e che aderiscono al Protocollo sulla Zona Stazione siglato nel 2020. L’obiettivo è quello di potenziare l’intervento sociale in attesa della grande trasformazione dello spazio urbano che in quel quadrante della città sta per realizzarsi”.

 

SPAZI NUOVI DI INNOVAZIONE SOCIALE – In piazzetta Domenica Secchi, a partire da oggi sarà aperta Ca’ Reggio, la casa dell’integrazione ad accesso libero all’interno della quale sarà attiva una “Stazione di servizio”, un punto ristoro e servizi caratterizzato dalla presenza di personale qualificato, nonché un luogo per incontri informali, scambio di conoscenze e relazioni. Grazie a una strutturazione innovativa di luogo dove “si serve e si costruisce”, lo spazio si appresta a diventare un centro di coesione sociale, un  presidio tramite il quale agganciare e valorizzare le diverse comunità che frequentano la piazza e i gruppi di giovani che utilizzano gli impianti sportivi offrendo loro servizi e bagnipubblici.
All’interno di Cà Reggio – nell’ambito del Protocollo “Reggio Emilia città rider friendly” tra il Comune di Reggio Emilia e le parti sociali Cgil, Cisl e Uil  – troverà spazio il primo punto rider sperimentale di Reggio Emilia, un luogo destinato a supportare l’attività lavorativa dei ciclofattorini, con momenti di apertura dedicati ad una categoria di lavoratori che oggi vive in condizioni difficili, e che i dati  danno in continua crescita, visto l’affermarsi del delivery nei consumi. Si tratta di una proposta in piena linea con gli obiettivi del Patto di contrasto alle nuove povertà: al suo interno, infatti, saranno attivati una serie di servizi, come la possibilità di ricaricare il telefono, riparare la bici, accedere ai servizi, acquistare acqua, snack e caffè a prezzi calmierati. Il rider point avrà un orario di apertura più ampio rispetto alla Stazione di servizio, al fine di garantire un punto di appoggio in particolare nei turni di lavoro serali: sarà accessibile anche al mercoledì e al giovedì dalle 14.30 alle 16.30, nonché al venerdì, sabato e domenica dalle 19 alle 23. Per ogni rider che accede allo spazio è previsto un bonus del valore di cinque euro per l’acquisto di bibite e vivande e convenzione con Bici Box di via Turri.

Nei prossimi mesi, sempre all’interno di Ca’ Reggio e in collaborazione con Mondinsieme, Unimore, SpazioRaga e il laboratorio di cittadinanza di zona Ospizio – prenderà il via la radio di comunità “Community station”, per dare voce – attraverso il coinvolgimento attivo degli stessi cittadini –  alle differenze sociali e culturali, e parlare alle differenti nazionalità e interessi degli abitanti anche attraverso programmi multilingue, raccogliendo il contributo e le testimonianze delle associazioni e dei gruppi informali di cittadini.

In via Turri 27 è aperto“Civico 20-Sette”, una casa dei servizi a disposizione del quartiere, dove promuovere attività e incontri e dove poter trovare – al mercoledì, dalle 15 alle 17 – assistenza per le esigenze più pratiche, dal compilare un modulo per la pubblica amministrazione alla richiesta dell’identità digitale (Spid), fino all’utilizzo del registro elettronico scolastico e sanitario. Ci sarà un servizio di tutoraggio per la compilazione di diversi documenti, tra cui quelli Inps, Isee, bollo auto, codice fiscale, nonchè per imparare ad utilizzare le applicazioni sul cellulare grazie alle quali poter usufruire dei servizi pubblici o anche solo per caricare foto o documenti. All’interno del “Civico 20-Sette” – e in parte anche all’interno di Ca’ Reggio – sarà attivato un servizio di portierato solidale, un punto di ascolto dei bisogni dei residenti e di informazione sulle iniziative/attività del quartiere e supporto ai bisogni abitativi nonché orientamento ai servizi sociali. Il Portierato solidale avrà una postazione fissa presso lo spazio, ma si configurerà anche come uno sportello itinerante tra gli abitanti del quartiere, per fare conoscere le attività in essere, ascoltare bisogni ed esigenze dei residenti e favorire la partecipazione alle attività.

Inoltre, presso lo spazio, sarà attivo “Il Portico”, un servizio di supporto scolastico e animazione ambientale per i bambini e ragazzi del quartiere con il coinvolgimento di volontari e operatori, al martedì e al venerdì, dalle 14.30 alle 17. Inoltre da venerdì 3 dicembre prenderà il via il corso di “uncinetto e maglia – lo sferruzzo creativo – aperto alle donne del quartiere.

Infine in viale IV Novembre, nello spazio comunale situato al civico 8/A, sarà attivo nei prossimi mesi un Emporio di comunità, dove sarà attivato un servizio di distribuzione solidale degli alimenti freschi in collaborazione con il supermercato Coop Reggio est. Grazie a un ciclo virtuoso di recupero degli alimenti freschi che non possono essere rivenduti per legge, verrà organizzata una distribuzione gratuita quotidiana dei cibi che consentirà di integrare il fabbisogno di circa 8 famiglie al giorno. I beneficiari saranno co-gestori dell’attività.

Riepilogo Orari di apertura con le varie attività

  • Martedì: 9.30 – 12.30, Spazio ‘Civico 20sette’.
  • Mercoledì: 14.30-16.30, Cà Reggio; 15 – 17 ‘Civico 20sette’.
  • Giovedì: 9.30 – 12.30 ‘Civico 20sette’; 14.30 – 16.30,  Cà Reggio.
  • Venerdì: 9.30 – 12.30, ‘Civico 20sette’; 19 – 23 Cà Reggio.
  • Sabato 19 – 23, Cà Reggio.
  • Domenica 19 – 23, Cà Reggio.

 

Articolo precedenteMirandola: dal comune materiale informativo sui centri antiviolenza del territorio da esporre nelle farmacie
Articolo successivoSassuolo Futura in occasione del 25 novembre : “Non giriamoci dall’altra parte!”