Home Sanità Sanità: da Cipe 81 miliardi alle Regioni

Sanità: da Cipe 81 miliardi alle Regioni

Via libera dal Cipe alla ripartizione del Fondo sanitario nazionale per il 2004. Nella sua ultima
seduta, il Comitato interministeriale per la programmazione eonomica ha infatti deliberato la ripartizione degli oltre 81 miliardi del Fsn e ha stabilito la divisione delle risorse per i singoli capitoli.


La somma di gran lunga predominante (78.748.952.000) è destinata al finanziamento dei livelli essenziali di assistenza (Lea). L’ospedale Bambino Gesù e l’Associazione dei Cavalieri
italiani del sovrano militare ordine di Malta vengono finanziati in base ai valori utilizzati nella compensazione della mobilità concordata. Sono 6.840.000 euro le risorse destinate alla medicina penitenziaria. Al Fondo di riequilibrio tra le regioni
sono destinati 774.680.000 euro, sulla base dell’accordo Stato-Regioni dell’8 agosto 2001.

Il Cipe non ha invece finalizzato risorse per circa 2
miliardi e mezzo: 1.155.128.000 euro per programmi speciali previsti dal Piano sanitario nazionale; 601.690.000 euro per il finanziamento delle quote vincolate, di cui viene però, con la
presente delibera, assegnato l’importo di: 111.456.000 euro per la Croce Rossa Italiana; 150.000.000 di euro per il finanziamento degli Istituti zooprofilattici sperimentali, relativamente al Fondo sanitario nazionale 2004.

La delibera del Cipe ha inoltre stabilito che restano
accantonate, rispettivamente, le somme di 1.155.128.000 euro e 340.234.000 euro, in attesa di puntuali proposte da parte del ministero della Salute. La stessa delibera ha ripartito tra le
regioni la somma di 550 milioni euro per l’anno 2004 per il rinnovo contrattuale 2002-2003: di cui 10.000.000 euro finalizzati al contratto dei dipendenti degli Istituti zooprofilattici sperimentali.