Home Formula 1 Il passaggio della ‘Mille Miglia’ da Modena

Il passaggio della ‘Mille Miglia’ da Modena

Questo pomeriggio si vive un appuntamento importante, da non perdere, con la storia dell’automobilismo agonistico modenese.
Tutta la provincia di Modena sarà attraversata dalle 375 vetture che parteciperanno alla fase finale della 25a rievocazione storica della Mille Miglia. E’ quella del 50° anno dall’ultima edizione di velocità.

Attraversamento da est ad ovest lungo l’asse della Via Emilia,. Gli appuntamenti in città saranno due.
Il primo, allo stabilimento Ferrari Scaglietti, in Via Emilia Est, per un controllo di passaggio, a timbro.
Qui la OM 665 SS MM anno 1929, contraddistinta dal n°1 e condotta dell’equipaggio Seekamp-Seekamp che apre la carovana come è tradizione da anni, dovrebbe transitare a partire dalla 17.30 proveniente da Castelfranco Emilia, dove l’inizio dei passaggi è previsto a partire dalle 16.50.
Reso omaggio alla Ferrari, in occasione del 60° anniversario della prima vittoria di una vettura del Cavallino Rampante, la carovana proseguirà verso il centro della città arrivando in P.le Garibaldi, davanti alla casa dove visse il “Drake”.

Contrariamente a quanto avvenuto l’anno passato, quando si entrò nel centro storico, il “tragitto” andrà a ricalcare quello originale, quando la Mille Miglia era una gara di velocità. Svolta a sinistra per i viali del parco da percorrere sino a piazzale Risorgimento da dove deviare verso V.le Vittorio Veneto sede delle 4 prove cronometrate.
In quegli anni, in cui le vetture sfrecciavano tra due ali di folla, l’arrivo di ogni pilota, alle svolte nei viali, era annunciato dagli squilli dei trombettieri componenti la banda dei patronatini. Un avvertimento per il pubblico: a non attraversare la strada.

Il V.le Vittorio Veneto si giocheranno i destini della classifica finale. E’ un tratto decisivo di 360 metri, suddiviso in quattro settori di: 90, 60, 90 e 120 metri di lunghezza. In questa zona l’Automobile Club di Modena ha predisposto un punto di speackeraggio da cui verranno forniti i cenni storici su ognuna delle vetture in transito. Sarà l’opportunità per far conoscere quell’epoca mitica dell’automobilismo agonistico a coloro che non la hanno vissuta in prima persona.

Dopo aver effettuato il tratto cronometrato, la carovana attraverserà largo Moro ed imboccando via Emilia Ovest proseguirà sino a lasciare la nostra provincia in direzione di Rubiera.
Il tuffo nella storia dell’automobilismo dovrebbe concludersi poco dopo l’ora di cena, con il passaggio degli ultimi ed irriducibili ritardatari. Si tratta di coloro che vogliono arrivare a Brescia, comunque, anche di notte, ai margini dalla classifica assoluta forse esclusi, in quanto fuori tempo massimo.

La vettura più “blasonata” in questa edizione sarà l’esemplare della Ferrari 315 S con cui Piero Taruffi si è aggiudicò l’ultima edizione della Mille Miglia nel 1957.