Home Appuntamenti EFF: i vincitori del Caesar Design Film Award

EFF: i vincitori del Caesar Design Film Award

Pubblicità










Un cinema nel Metaverso. Il primo in Italia. Ad Ennesimo Film Festival. Ma cos’è il Metaverso? Universo in cui realtà fisica e virtuale si fondono, esso rappresenta uno spazio digitale in cui muoversi attraverso degli avatar personalizzati, interagendo quindi con altri avatar e con gli spazi circostanti, esattamente come si farebbe nella realtà materiale.

«Dai siti di incontri, alle mostre, alle passerelle di alta moda, sono in moltissimi i campi in cui si sta sperimentando un riadattamento del nostro mondo nel Metaverso – spiegano i direttori artistici, Federico Ferrari e Mirco Marmiroli -. Ben lontano dall’essere lo spaventoso mondo parallelo di Matrix o dei tanti film di fantascienza, il cyber-universo è infatti ad oggi solo un modo divertente e nuovo di vivere le cose. Perché non provare a prendere parte a una proiezione allora? Indossando gli appositi visori che metteremo a disposizione ed entrando in Altspace Vr di Microsoft utilizzando il codice che forniremo, si potrà quindi assistere ad un corto nel Metaverso, Meta, in anteprima italiana. Quello a cui ci si troverà davanti è una vera e propria sala cinematografica, digitale, dove sedersi e guardare un film della selezione. Ci sono anche le locandine alle pareti, tutto è speculare alla realtà!». L’esperienza potrà essere provata presso il BLA dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Nella realtà materiale, nel frattempo, è La ciudad de la Pericia di Yesenia Novoa Rodríguez a vincere i Caesar Design Film Award. Il cortometraggio, che racconta da un lato l’aumento delle biciclette a Città del Messico in un’ottica green e dall’altro il parallelo aumento di incidenti e morti a causa dell’assenza di cultura stradale, è stato decretato vincitore non solamente dalla Giuria dei CDFA, ma anche da i Wannabe Designer. Ad essere apprezzato, rispettivamente dai primi e dai secondi, la restituzione puntuale del problema della sostenibilità nelle megalopoli, e la lettura del design come progettazione del futuro delle persone, come risposta alle necessità sociali.

Continuano anche le proiezioni: dalle 11 presso il BLA, la selezione Agenda 2030, che affronta le sfide del futuro, tra ecologia, parità sociale e inclusione.

Alle 16.30, il Focus Astutillo Smeriglia, una selezione di corti, alla presenza del simpatico illustratore, che si fa portavoce dell’attenzione di Ennesimo per le forme “diverse” di trasmissione del cinema, come YouTube. Divenuto celebre per la serie comica Preti, Smeriglia mostrerà al pubblico una serie di suoi divertenti corti animati.

Alle 21, poi, presso il Cinema Teatro Astoria, la seconda parte della Selezione Ufficiale, con i suoi 20 i corti in competizione, di cui 8 premiére italiane, in rappresentanza di 14 Paesi differenti.

Tra gli eventi, tornano alle 15 i laboratori dedicati ai più piccoli di Cinemini e Primi Passi, mentre gli studenti delle scuole secondarie intervisteranno i registi dell’Ennesima Selezione Giovani in A tu per tu.

Alle 18.30 al BLA, secondo appuntamento de Lo Stato delle Cose, con Riccardo Staglianò, editorialista de Il Venerdì di Repubblica, che affronterà il tema dei Gigacapitalisti e della loro influenza nell’economia e nella società mondiale.

Chiude la giornata, l’appuntamento musicale del Dopofestival con l’Associazione Moninga in via Santa Caterina da Siena: alle 23.30 La Sosteria, l’edicola riqualificata da Ennesimo, si farà scena del dj set in compagnia di Galea e di Arssalendo. In caso di maltempo, l’evento è spostato al Cinema Teatro Astoria.

 

 

Pubblicità











Articolo precedenteIl Festival ‘Passa la Parola’ domenica arriva a Formigine
Articolo successivoMuseo di Nonantola: nuovo sito e accreditamento al sistema museale nazionale